Quantcast

Nel cuore del quartiere più innovativo di Milano nasce via Rita Levi-Montalcini

Sull'area dove 6 anni fa veniva inaugurata l'esposizione universale di Expo Milano 2015, e dove sta sorgendo il nuovo quartiere innovativo di Milano Mind, è stata inaugurata la nuova toponomastica

inaugurazione vie mind human technopole

Sull’area dove 6 anni fa veniva inaugurata l’esposizione universale di Expo Milano 2015, e dove sta sorgendo il nuovo quartiere innovativo di Milano Mind, è stata inaugurata la nuova via Rita Levi-Montalcini: proprio nel luogo dove sta sorgendo Human Technopole, il nuovo istituto italiano di ricerca per le scienze della vita.

È stata inaugurata oggi la nuova toponamistica del quartiere in costruzione per il quale l’obiettivo è quello di dedicare le strade a scienziati e innovatori del nostro paese.

Intanto sono state inaugurate la via Decumano (conferma del nome latino che aveva una delle strade principali di Expo), piazza Expo, nello spiazzo dove si trova l’Albero della vita, e via Rita Levi Montalcini, un nome che conferma la vocazione scientifica che sta prendendo l’area che si prepara ad ospitare non solo lo Human Technopole, ma anche il nuovo ospedale Galeazzi ora in costruzione, e il campus scientifico dell’Università Statale.

inaugurazione vie mind human technopole
inaugurazione vie mind human technopole

Il progetto Human Technopole dal 2015 ad oggi

Ottobre 2015 – Si conclude dopo sei mesi e milioni di visitatori la manifestazione universale EXPO Milano 2015. Alla chiusura dell’iniziativa il Governo italiano e le istituzioni locali proseguono le discussioni sull’uso dell’area, pensando a progetti che possano essere in continuità con l’eredità di EXPO in termini di sostenibilità, salute e opportunità per i giovani.

Novembre 2015 – Un decreto governativo dà mandato all’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) in collaborazione con le principali istituzioni, centri di ricerca e ospedali del territorio di elaborare una proposta scientifica e un progetto esecutivo per la realizzazione di Human Technopole nell’area che ospitò EXPO Milano 2015.

Settembre 2016 – Il progetto Human Technopole viene approvato in via definitiva tramite decreto governativo. Vengono istituite due entità: la Struttura di progetto e il Comitato di coordinamento con il compito di guidare e supervisionare la fase iniziale del progetto fino alla costituzione della Fondazione Human Technopole entro i successivi 24 mesi.

Dicembre 2016 – Il Parlamento italiano approva la legge di stabilità per il 2017. Nella legge vengono stanziate le risorse finanziarie a lungo termine per il progetto Human Technopole.

Marzo 2017 – La Struttura di progetto e il Comitato di coordinamento approvano il piano per il campus di Human Technopole.

Luglio 2017 – Viene avviata la procedura di ricerca per il primo direttore di Human Technopole. I quarantasei candidati selezionati sono valutati da una commissione internazionale presieduta dal premio Nobel per la chimica Martin Chalfie.

Settembre 2017 – Iniziano i lavori di ristrutturazione di Palazzo Italia.

Dicembre 2017 – Un piano di Palazzo Italia è operativo come sede di HT.

Marzo 2018 – Viene approvato, tramite decreto del presidente del Consiglio dei ministri, lo statuto della Fondazione Human Technopole.

Maggio 2018 – Vengono nominati i primi membri del Consiglio di Sorveglianza della Fondazione, incluso il presidente prof. Marco Simoni.

Giugno 2018 – Il Consiglio di Sorveglianza nomina il prof. Iain Mattaj come primo direttore di Human Technopole. Il prof. Mattaj assume la guida di Human Technopole dopo tredici anni alla guida dell’European Molecular Biology Laboratory (EMBL), il laboratorio di punta in Europa per la biologia molecolare.

Ottobre 2018 – Il Consiglio di Sorveglianza nomina i restanti quattro membri del Comitato di Gestione, organo presieduto dal direttore e incaricato di garantire l’ordinato andamento delle attività e il raggiungimento degli scopi della Fondazione.

Gennaio 2019 – Il direttore Mattaj si insedia a Palazzo Italia insieme ai primi dirigenti, tra cui il direttore amministrativo e la responsabile per la strategia e gli affari scientifici di HT.

Maggio 2019 – Viene annunciato il bando di gara per la progettazione del nuovo edificio di Human Technopole, la sede principale dei laboratori dell’istituto.

Ottobre 2019 – Human Technopole annuncia i primi sette scienziati che guideranno i primi centri di ricerca dell’istituto: cinque italiani e due stranieri. Per molti di loro HT rappresenta la prima esperienza lavorativa in Italia dopo anni di carriera nei migliori centri di ricerca internazionali.

Novembre 2019 – Alla presenza del presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte, Palazzo Italia è ufficialmente inaugurato come sede istituzionale di Human Technopole, dopo il completamento di complessi lavori di ristrutturazione.

Novembre 2019 – Viene nominato l’Organismo di consultazione scientifica, responsabile di valutare l’attività scientifica della Fondazione. L’Organismo sarà coordinato da Walter Ricciardi e comprende scienziati di fama internazionale.

Gennaio 2020 – Si avvia il cantiere per la ristrutturazione del Padiglione Nord, che sarà destinato a ospitare la facility di microscopia crioelettronica. La Fondazione Human Technopole presenta il nuovo logo e la nuova corporate identity che rappresentano i valori e la missione dell’istituto.

Marzo 2020 – Per far fronte all’emergenza sanitaria mondiale, Human Technopole accelera la propria attività di ricerca avviando progetti e collaborazioni con alcuni dei principali istituti di ricerca scientifica in Italia e nel mondo per contribuire alla lotta contro il Covid-19.

Aprile 2020 – In una conferenza stampa online viene presentato il progetto vincitore del bando di gara per la progettazione del nuovo edificio di Human Technopole. Dieci piani di altezza, oltre 16.500 metri quadri dedicati a laboratori per la ricerca scientifica e 3.000 metri quadri di terrazze e coperture verdi sono il cuore del progetto vincitore.

Giugno 2020 – HT apre virtualmente le sue porte ai rappresentanti della comunità scientifica nel corso dell’evento online “OPEN HT”: oltre duecento soggetti italiani attivi nel campo delle life sciences, tra cui rappresentanti di tutte le università e di tutti gli IRCCS italiani e dei principali centri ed istituti di ricerca. All’evento online partecipa il ministro dell’università e della ricerca prof. Gaetano Manfredi.

Giugno 2020 – Avanzano i lavori di costruzione dell’area con la preparazione del terreno che sarà destinato a ospitare gli incubator labs e diventa operativo il Data Center.

Luglio 2020 – HT riceve dallo Stato l’incarico di sviluppare il ‘Centro per l’innovazione e il trasferimento tecnologico nel campo delle scienze della vita’ per favorire la collaborazione tra privati del sistema dell’innovazione e istituti di ricerca nazionali ed europei, garantendo l’ampia diffusione dei risultati delle ricerche e il trasferimento delle conoscenze e sostenendo l’attività brevettuale e la valorizzazione della proprietà intellettuale.

Luglio 2020 – HT completa l’acquisto di Palazzo Italia.

Ottobre 2020 – È lanciata, in collaborazione con il Ministero dell’Università e della Ricerca, la prima edizione dell’Early Career Fellowship Programme che prevede un investimento di un milione l’anno per cinque borse di studio destinate a giovani scienziati per sostenere la loro attività di ricerca presso istituti e università italiane.

Novembre 2020 – Human Technopole completa la leadership scientifica del Centro di Genomica con la designazione dei genetisti Nicole Soranzo e Piero Carninci alla guida rispettivamente delle aree di Genomica medica e di popolazione e Genomica funzionale.

Febbraio 2021 – Il bioinformatico Andrea Sottoriva viene nominato responsabile del Centro di Biologia Computazionale.

Febbraio 2021 – Si concludono i lavori per la realizzazione degli incubator labs.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore