Quantcast

Lega: “Apertura del centro vaccinale a Saronno, grazie Regione Lombardia”

Nota della Lega saronnese che riconosce i meriti della Regione, e in parte de Comune, per l’auspicata apertura dell’hub vaccinale a Saronno

Saronno, hub vaccinale ex scuola Pizzigoni

La Lega Lombarda di Saronno alla vigilia della presentazione alla stampa (mercoledì 7 aprile) e a pochi giorni dall’apertura del centro vaccinale alla ex Pizzigoni (lunedì 12 aprile) ringrazia con una nota la Regione, con un accenno anche al lavoro svolto dal Comune ed un calcolo sui tempi necessari per vaccinare la popolazione (7 mesi secondo la nota del Carroccio) forse un po’ troppo pessimistico, dato che non tiene conto degli anziani over 80 già vaccinati, così come il personale scolastico, quello ospedaliero, infermieristico, delle Rsa, delle comunità, dei volontari e delle forze dell’ordine, senza dimenticare che nel calcolo degli abitanti ci sono anche i minorenni, in particolare i bambini, per cui non è previsto, almeno in questa fase, il vaccino. Secondo le tabelle fornite dalla stessa Regione, a fronte della disponibilità auspicata di dosi, le operazioni di vaccinazione di massa potrebbero concludersi in Lombardia tra luglio (nell’ipotesi più ottimistica) e ottobre (in quella meno ottimistica)

Ringraziamo la Regione Lombardia ed in particolare la vicepresidente, Letizia Moratti, e il Direttore Generale al Welfare, Giovanni Pavesi, per aver raccolto l’invito del presidente della commissione sanità Emanuele Monti a collocare a Saronno uno degli hub per la somministrazione del vaccino contro il Covid-19 della provincia di Varese.
Ringraziamo l’amministrazione comunale per aver collaborato fattivamente con Regione Lombardia nell’allestimento dell’hub della ex Pizzigoni.
Nell’hub vaccinale regionale della ex Pizzigoni dal 12 aprile tutti i cittadini che vivono nel territorio saronnese potranno beneficiare di un riferimento fondamentale per la vaccinazione di massa.

L’hub vaccinale regionale della ex Pizzigoni di Saronno potrà vaccinare circa 690 persone al giorno. Il bacino di utenza è di 152206 cittadini e corrisponde a quello dei comuni della provincia di Varese: Saronno 39419, Caronno Pertusella 17775, Origgio 7827, Gerenzano 10914, Cislago 10394, Uboldo 10565, e dei comuni della provincia di Como: Bregnano 6493, Carbonate 2925, Cermenate 9187, Locate Varesino 4311, Mozzate 8971, Rovellasca 7797, Rovello Porro 6122 e Turate 9506. Facendo il rapporto tra numero di cittadini e somministrazioni giornaliere ed ipotizzando che tutti i residenti verranno vaccinati a Saronno è possibile stabilire che per vaccinare l’intera popolazione residente nel bacino ci vorranno circa 7 mesi a pieno regime.

Questa è una risposta concreta che dimostra come Regione Lombardia abbia a cuore il territorio saronnese. Nonostante le accuse strumentali e fake news in merito alla falsa chiusura dell’ospedale.
Ancora una volta la Regione Lombardia risponde con i fatti.

Angelo Veronesi, Membro Commissione sanità Saronno

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore