Quantcast

Verso il congresso del PD di Saronno, le interviste ai candidati: Rino Cataneo

I candidati alla segreteria del PD saronnese sono tre: Sabina Banfi, Sara Battistini e Rino Cataneo. Pubblichiamo le interviste ai candidati in ordine alfabetico

Generica 2020

Il Partito Democratico di Saronno si avvicina al congresso cittadino. Si vota, rigorosamente online, il 14 febbraio, nel pieno rispetto delle norme di prevenzione anticoronavirus.

I candidati alla segreteria del PD saronnese sono tre: Sabina Banfi, Sara Battistini e Rino Cataneo. Pubblichiamo le interviste ai candidati in ordine alfabetico.

RINO CATANEO

«Ho da sempre ricoperto incarichi nell’ambito della politica locale, prima nel PCI e successivamente ho partecipato a tutte le sue evoluzioni dal Pds, ai Ds fino al Partito Democratico».

«Oggi, di fronte ad una crisi economica sociale e sanitaria senza precedenti, da giovane settantenne sento ancora di più il dovere di dare il mio contributo per concorrere a rafforzare la nostra comunità. Penso di aver maturato l’esperienza necessaria per affrontare un periodo così difficile. Abbiamo bisogno di costruttori che sappiano esprimere idee e visioni e sappiano decidere cosa fare. Ecco perché mi propongo ad una nuova segreteria del circolo, fattiva e innovativa. Il Partito Democratico è il secondo partito nazionale, abbiamo grandi responsabilità, insieme vogliamo riportare il PD ad essere protagonista anche della scena politica saronnese».

«Il Partito Democratico era nato per dare risposte alle esigenze del nuovo millennio. In questo ultimo anno le difficoltà si sono enormemente aggravate ed abbiamo il dovere di contribuire con tutto il nostro slancio a risolverle».

«IL PD , a Saronno deve riscoprire le idee e i valori propri del centrosinistra, fondativi della nostra stessa identità, senza alcun personalismo, deleterio e devastante per la vita di ogni organismo complesso e, soprattutto, per un partito che deve porsi quale motore della partecipazione dei cittadini alla cosa pubblica: LEGALITÀ E TRASPARENZA-SOLIDARIETÀ, INCLUSIONE E FRAGILITÀ SOCIALI saranno i nostri fari».

TRE PUNTI CHIAVE SU CUI LAVORARE

«Un dato che in questi giorni è emerso, caratterizza Saronno come una delle città più inquinate d’Europa. Il mio contributo sarà quello di fare il possibile insieme alla Giunta per riforestare ex aree industriali abbandonate, aumentare il trasporto locale, disincentivare l’uso delle macchine e degli inquinanti e diminuire il traffico di attraversamento. Per ottenere risultati significativi servirà lavorare con i comuni limitrofi cercando sinergie che accelerino questo processo».

«L’Ospedale è e sarà l’altro ambito da presidiare con maggior energia, tutti noi ne utilizziamo i servizi, sappiamo quanto siano diminuiti e scaduti già prima della pandemia, oggi sono in emergenza totale e mi batterò affinchè rimanga una struttura efficiente».

«Il terzo ambito sul quale porre urgentemente l’attenzione riguarda la grave crisi economica e sociale indotta dalla pandemia che ha impoverito diversi strati della nostra città. Sarà mio impegno sollecitare la nostra amministrazione a spendere tutte le energie possibili in questo settore coinvolgendo e facendo rete con tutte le associazioni che già stanno svolgendo un lavoro eccezionale».

RAPPORTI DEL PARTITO CON IL TERRITORIO

«A Saronno il PD, oltre che riferimento per l’elettorato di centro-sinistra, deve diventare un riferimento anche per la coalizione diventando la casa di tutti, non solo degli iscritti, ma anche di coloro che condividono i nostri valori».

«Supporteremo l’amministrazione anche intessendo rapporti con il mondo culturale e politico (associazioni, partiti, comitati) che costituiscono una parte significativa della società saronnese e con i quali , negli ultimi anni, le relazioni si sono affievolite. Promuoveremo iniziative nei quartieri, per dare ascolto ai bisogni di tutti coloro che si sentono scarsamente rappresentati nella politica cittadina, affiancandoci al volontariato in iniziative di solidarietà. Sosterremo, con il supporto dei nostri Amministratori, Dirigenti, Parlamentari e personalità della società civile, eventi di natura politica, culturale, di divulgazione scientifica e di formazione, rivolti principalmente ai giovani, ma non solo, per favorire il ricambio e la crescita di nuovi gruppi dirigenti. Svilupperemo una rete di relazioni con gli altri circoli del PD valorizzando la territorialità quale criterio primario di rappresentanza negli organi provinciali e regionali del partito, ma soprattutto attraverso questa rete promuoveremo anche progetti di interesse sovra-comunale ( ambiente, trasporti, lavoro,sanità…)».

«Valuteremo con attenzione le opportunità legate alla possibilità del nostro territorio di entrare a far parte della Città Metropolitana, considerato che gran parte dei nostri concittadini hanno relazioni con la città di Milano sia nell’ambito lavorativo che per quello culturale e ricreativo».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore