Quantcast

Saronno, giunta al lavoro per mettere al sicuro il cortile di Palazzo Visconti

L'idea di sindaco e assessori è quella di salvaguardare il cortile gentilizio dello storico edificio per lo svolgimento di manifestazioni e eventi

Il vento sferza Palazzo Visconti: sopralluogo per chiudere le finestre

Palazzo Visconti torna al centro dell’agenda politica di Saronno. L’edificio di proprietà del Comune, già sede della Pretura e di diverse associazioni, distrutto in parte da un incendio nel 2007, potrebbe almeno in parte tornare ad essere visitato dai cittadini saronnesi.

È questa l’idea che emerge da una delibera di giunta, approvata lo scorso 26 novembre (delibera numero 176), che va nella direzione auspicata da più parti in campagna elettorale, cominciando dal recupero e dalla salvaguardia del cortile interno. Sia Obiettivo Saronno che Con Saronno, ma anche diverse anime della coalizione che ha sostenuto il sindaco Augusto Airoldi, hanno proposto di rilanciare l’immagine del Palazzo, uno degli edifici selezionati dal Fai tra i “Luoghi del Cuore”.

Nella delibera di giunta si legge che “il cortile di Palazzo Visconti può essere utilmente utilizzato per manifestazioni culturali ed eventi di diverso tipo e che la necessaria agibilità del cortile gentilizio è premessa ad ulteriori interventi di riqualificazioni dell’immobile. Il cortile è stato interdetto all’uso per garantire condizioni minime di sicurezza poiché era oggetto di occupazioni abusive con atti di vandalismo e si rende necessario garantire l’agibilità del cortile gentilizio dello stesso complesso in vista del relativo uso”.

Da qui la volontà della giunta di “dare l’indirizzo al riuso della corte gentilizia di Palazzo Visconti per le finalità di svolgimento di manifestazioni ed eventi, demandando ai dirigenti competenti tutte le verifiche necessarie alla relativa messa in sicurezza ed agibilità dei luoghi (fronti edificio, parterre, accessi e vie di esodo e di ingresso emergenze ecc.) e alle possibili opere ed apprestamenti necessari ad impedire occupazioni abusive negli immobili di proprietà comunale”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore