Quantcast

Saronno, incontro tra Duc, Confcommercio Ascom e Comune

I soci fondatori del Distretto Urbano del Commercio si sono ritrovati per fare il punto della situazione. Rivisti gli orari e il volume della filodiffusione, nel rispetto di coloro che sono in smart working e DAD

Zona rossa, ecco la Saronno del nuovo lockdown

Distretto del Commercio, Confcommercio Ascom Saronno e l’amministrazione comunale: i soci fondatori del DUC si sono incontrati per un confronto sullo sviluppo del Distretto a seguito del cambio di amministrazione.

Si è fatta una panoramica generale sulla progettualità in essere e un ragionamento sulle strategie future: «È stato un incontro proficuo per il bene del commercio di vicinato, con un focus sul Distretto del Commercio. Si sono toccati tanti temi e percorsi che si sono attivati in questo anno di reggenza – spiega il presidente del DUC, Luca Galanti -. Dai bandi (della CCIAA e dei Regione Lombardia), dai progetti di filodiffusione fino al progetto “Illumina anche tu il Natale”».

Il sindaco Augusto Airoldi e l’assessore al Commercio Giulia Mazzoldi hanno dimostrato la volontà di collaborare con le associazioni di categoria e il Distretto del Commercio, soprattutto in questo periodo di difficoltà e di fragilità per tutta la cittadinanza e per le attività commerciali del territorio.

In particolare, sul tema della filodiffusione, il DUC ha accolto le diverse segnalazioni pervenute dai cittadini e, ha deciso nel rispetto di coloro che lavorano in smart working o che fanno didattica a distanza, di rivedere gli orari e il volume della musica. Infatti, la programmazione ora sarà solo pomeridiana (da lunedì a sabato dalle 16.00 alle 19.00).

Tante sono le progettualità discusse e condivise, che nei prossimi tempi verranno analizzate più dettagliatamente anche in virtù dell’andamento della pandemia che sta investendo e mettendo a dura prova tutto il tessuto commerciale.

All’unisono, il DUC, la Confcommercio Ascom Saronno e l’amministrazione comunale, sensibilizzano gli acquirenti a fare shopping dai commercianti di vicinato, per sostenere il commercio locale e valorizzare gli imprenditori che, nonostante questo difficilissimo momento, si sono attivati con i servizi di delivery (anche attraverso la piattaforma Puntoshop) al fine di garantire il servizio a tutta la cittadinanza.

«È il momento di sostenere i nostri commercianti: è il momento di credere nel nostro commercio di vicinato», chiosa Galanti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore