Quantcast

Gallera: “In Regione Lombardia gli interventi oncologici non sono mai stati bloccati”

Giulio Gallera commenta così il video-denuncia di Martina Luoni, 26enne solarese malata di cancro: «In Regione Lombardia gli interventi oncologici non sono mai stati bloccati, né a marzo durante la prima fase della pandemia e nemmeno ora».

Giulio Gallera

«In Regione Lombardia gli interventi oncologici non sono mai stati bloccati, né a marzo durante la prima fase della pandemia e nemmeno ora. I due poli monospecialistici Istituto Nazionale dei Tumori e IEO hanno sempre operato per curare i pazienti malati di tumore». Giulio Gallera, assessore al Welfare di Regione Lombardia, commenta così sulla propria pagina Facebook il video-denuncia di Martina Luoni, 26enne solarese malata di cancro al colon.

Lo scorso 6 novembre Martina ha pubblicato su Instagram un video per denunciare la situazione di emergenza degli ospedali in Lombardia: «Io come tante altre persone malate oncologiche stiamo vivendo un periodo molto difficoltoso, come se non bastasse la nostra patologia ora dobbiamo anche combattere contro una pandemia globale che fa chiudere ambulatori e saltare visite – aveva dichiarato la ragazza -. Sono in attesa di sapere se la mia patologia renderà possibile un’operazione, ma mi è già stato comunicato che l’attività chirurgica è sospesa per l’emergenza sanitaria.  Quando dite che questa è un’influenza e “tanto io sono giovane” dovete invece pensare a vostra sorella, a vostra mamma, vostro nonno. Le vostre famiglie potrebbero aver bisogno di cure mediche, anche non per il Covid. Ma, ragazzi, le cure ci vengono tolte. Bisogna rispettare le regole: distanziamento, mascherine. Perché gli ospedali – e io ne giro tanti – sono al collasso. Non possiamo far spegnere la sanità per il Covid».

Il suo appello ha fatto il giro dei social e del web, è stato ripreso da giornali nazionali e dalla trasmissione di RaiTre “Che Tempo che fa” oltre ad essere condiviso su Instagram da diversi personaggi seguiti da milioni di followers, Fedez e Chiara Ferragni (i Ferragnez) su tutti. Attilio Bianchi direttore dell’Istituto Nazionale Tumori “Fondazione G. Pascale” di Napoli ha addirittura dichiarato la proprio disponibilità ad accogliere la giovane come paziente. 

Nella mattinata di lunedì 9 novembre è la stessa Martina a fare alcune precisazioni su Instagram: «Ci tengo a fare una precisazione, non ho mai detto che mi è stato annullato l’intervento, ho detto solo che sono in attesa ancora della fattibilità dell’intervento e sono sicura che nel momento in cui ci sarà l’ok da parte di tutto il team i miei chirurghi troveranno sicuramente il modo per non lasciarmi sola, non l’hanno mai fatto e non inizieranno a farlo ora. Mi raccomando aiutiamoci tutti quanti perché se gli ospedali sono in sofferenza tutti quanti dobbiamo metterci una mano sulla coscienza».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore