Quantcast

Saronno al Centro: “Il salto…nel fosso rosso”

Il commento della lista di Dario Lonardoni e Paolo Strrano che appoggia la candidatura di Alessandro Fagioli a sindaco di Saronno, a pochi giorni da ballottaggio

Elezioni Saronno 2020

Il commento della lista Saronno al Centro, che appoggia la candidatura di Alessandro Fagioli a sindaco di Saronno, a pochi giorni da ballottaggio

Non ci voleva l’oracolo per prevedere che la candidata Sindaco e l’ex Sindaco avrebbero virato a sinistra. La poltrona, gli incarichi , l’ambizione erano visibili a tutti, nonostante le loro affermazioni. Morale: siamo allo sbraco totale. Non bastava un governo “ imbarazzante” e siamo in un momento di grande confusione sia politica sia etica ma non per questo dobbiamo rinunciare – noi come Saronno al Centro e con tutta la coalizione di centro destra – alla denuncia di ciò che sta accadendo a Saronno.

Gli imparentamenti stanno lasciando esterefatti molti cittadini e ci auguriamo che altri se ne aggiungeranno per non trovarsi la casacca rossa indosso, a loro insaputa. Obiettivo Saronno e la sua candidata Sindaco, ha scoperto le sue carte, carte da baro, proprio lei, nata politicamente 5 anni fa con la nostra lista civica e uscita subito dopo le elezioni perché non era riuscita a conquistarsi un assessorato. Altro personaggio nato con Saronno al centro, è Francesco Banfi, un quasi giovane di molte parole ma nessun fatto e lo ha dimostrato dopo oltre due anni di assessore al Commercio. Del resto, anche il volto dell’ex Sindaco ha giocato sulla fiducia dei saronnesi presentandosi come il vero centro destra e con un salto acrobatico è passato da destra a sinistra con disinvoltura. Potere dell’ambizione a scapito dei cittadini che credevano in lui. Dei veri problemi della città, a queste persone non importa gran che, visti i fatti . Ricordiamoci quando staremo per votare. Chi ha tradito più di una volta lo può fare ancora. Senza rimorsi ne’ rimpianti.

Avremo, se vincerà Airoldi, porte aperte all’immigrazione mascherata da profughi, avremo la città imbrattata dai Telos – da sempre tollerati dalle sinistre – avremo in casa +Europa e sarebbe utile capire come si concilierà la politica della Bonino: radicale ortodossa e dissidente, pro aborto libero, amica del mondo musulmano che non vuole integrarsi, colei che auspica porti aperti. Come farà il candidato Sindaco a formare una Giunta con tante teste e riuscire anche a governare?

La Lega con Fagioli, in questi anni che il centro sinistra non vuole riconoscere, ha fatto molto. La sua Giunta ha lavorato intensamente e l’appoggio regionale leghista, ha dato ottimi risultati sia finanziari sia operativi, ospedale in primis dove negli ultimi anni sono stati investiti oltre 24 milioni di euro. La vera realtà è che Fagioli non ha sbandierato i risultati ma li ha ottenuti e sono sotto gli occhi di tutti i cittadini. Basta voler guardare senza i paraocchi e soprattutto valutare senza credere nelle parole ma nei fatti. Da lunedì, se vincesse questa sgangherata sinistra saronnese, non ci sarà più tempo per dire “ ho sbagliato”.

SARONNO AL CENTRO
Il direttivo

TUTTO SULLE ELEZIONI A SARONNO

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore