Quantcast

Elezioni ad Origgio, l’intervista a Sabrina Banfi

Conosciamo la candidata sindaca Sabrina Banfi, la lista che la appoggia, i punti salienti del programma elettorale e i progetti per la Origgio del futuro

Sono quattro i candidati in lizza per le elezioni amministrative che si terranno ad Origgio il 20 e 21 settembre 2020. Le interviste per conoscere meglio i candidati alla guida del paese, le liste, i punti forti del programma elettorale e i progetti per il futuro

È Sabrina Banfi il volto femminile delle elezioni origgesi 2020. Candidata sindaca per Origgio Democratica, lista sostenuta dal Partito Democratico e da Insieme per Origgio, si presenta alla tornata elettorale sostenuta da una lista composta da dodici persone.

Classe 1965, vive ad Origgio da sempre. Ha una laurea in Servizio Sociale e da trent’anni lavora per il Comune di Milano. È stata a lungo attivista e consigliere della Proloco locale e insieme ad altre famiglie del territorio ha fondato un Gruppo di Acquisto Solidale. Per anni è stata consigliere nel Consiglio d’Istituto della scuola del paese.

Forte del bagaglio di esperienze accumulate negli anni, che le hanno permesso di conoscere a fondo i bisogni e le risorse della comunità nella quale vive, si è avvicinata alla politica qualche anno fa entrando a far parte di Origgio Democratica, gruppo consiliare nel quale negli ultimi cinque anni, al fianco del collega Domenico Ambrosini ha svolto il ruolo di consigliere di minoranza.

LA LISTA – «La lista si compone di candidati di ogni età, sei donne e sei uomini, all’insegna della continuità e del rinnovamento al tempo stesso. All’esperienza dei militanti di vecchia data, si sommano la freschezza e l’entusiasmo dei nuovi arrivati, contribuendo a rafforzare il gruppo e a portare, nel dialogo e nel confronto, nuove idee per il nostro programma. La lista civica “Origgio Democratica”, già costituita in occasione delle precedenti amministrative, riunisce in sé le diverse anime che compongono il panorama della sinistra ambientalista origgese. Grazie alla coesione e alla sua attiva presenza in opposizione, il gruppo storico è riuscito ad attrarre nuovi militanti. Ognuno dei candidati ha diverse competenze e interessi, costruiti in ambito scolastico, lavorativo ed esperienziale, ma quello che maggiormente ci accomuna, oltre alla comune visione del paese, che presentiamo nel nostro programma, è la militanza sociale e politica e l’impegno volontaristico di ognuno di noi».

I VALORI CHE ACCOMUNANO IL GRUPPO – «Penso si possano focalizzare tre diverse componenti, tutte ugualmente fondamentali. In primo luogo, l’attenzione e il rispetto con cui pensiamo ci si debba occupare della comunità e della “cosa pubblica”, basandosi sulle chiare indicazioni che sono tracciate dalla nostra Costituzione Repubblicana e che ci portano a mettere al primo posto in assoluto gli uomini, il riconoscimento dei loro diritti e il nostro impegno come amministratori per rispondere ai loro bisogni. Un secondo importante valore, è la cura rivolta ai processi con cui vengono prese le decisioni riguardanti la collettività, perché un buon processo decisionale, a nostro parere, è garanzia per la democrazia e comporta informazione diffusa, coinvolgimento dei cittadini e trasparenza. Riteniamo infine essenziale l’impegno, che come gruppo politico ci assumiamo, di guardare alle generazioni future e di puntare ad uno sviluppo sostenibile sotto il punto di vista sociale, economico e ambientale».

PUNTI CHIAVE DEL PROGRAMMA – «Le indicazioni dell’Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, una chiamata all’azione rivolta a ogni persona di ogni nazione al mondo, che mira a promuovere la prosperità rispettando il Pianeta, sono per il gruppo di Origgio Democratica una fonte di ispirazione: integrazione, lotta alla povertà e contrasto al cambiamento climatico non sono ideali astratti, lontani dai cittadini e non possono prescindere dai piani elaborati dai governi locali, in un quadro più ampio che promuove la collaborazione e la condivisione di competenze per realizzare un paese vivibile, equo e accogliente, in cui i cittadini possano essere parte attiva di un progetto di cambiamento e di sviluppo eco- sostenibile. Riteniamo che armonizzare crescita economica, inclusione sociale e tutela dell’ambiente sia indispensabile per raggiungere uno sviluppo sostenibile, al fine di creare le migliori condizioni di vita possibili per la nostra comunità. Basandoci su questi obiettivi, abbiamo tracciato il nostro futuro programma, i cui capisaldi saranno: sostenibilità ambientale e urbanistica, sviluppo sociale e innovazione, cultura e comunicazione».

I PROGETTI PER IL FUTURO – «Immaginiamo il nostro futuro Comune come un paese integrato in un territorio più vasto, le cui scelte diventano rilevanti oltre i confini comunali, soprattutto se pensiamo ai temi ambientali di tutela del territorio, contrasto all’inquinamento e azioni migliorative sulle infrastrutture. Immaginiamo un paese accogliente e coinvolgente, attento ai bisogni di tutti i cittadini, ma che si prenda cura con particolare attenzione delle fasce di popolazione più deboli, anche attivando servizi innovativi, volti alla maggiore autonomia possibile negli ambienti familiari. Noi pensiamo a un paese che risponda ai bisogni emergenti, come ad esempio quelli sanitari che hanno caratterizzato il 2020, ma che non dimentichi le necessità dei giovani, che in questo momento storico ci sembrano una priorità, tramite la creazione di proposte culturali, educative e attrattive, e la destinazione di spazi multifunzionali adeguati, in modo tale che non debbano necessariamente allontanarsi dal paese in cui vivono per rispondere al naturale bisogno di socialità. Il nostro programma ha proprio lo scopo di raggiungere questi obiettivi, per creare quello che noi abbiamo chiamato il “Comune futuro”; per attuarlo, è fondamentale anche avere un’amministrazione comunale efficiente e attiva, con i necessari innesti in organico, e una fattiva collaborazione con i cittadini».

QUI TUTTO IL PROGRAMMA DELLA LISTA CHE SOSTIENE SABRINA BANFI

APPELLO AGLI ELETTORI – «Innanzitutto, dovrebbero votarci tutti coloro che, leggendo il nostro programma, ritengono di poterlo condividere. Inoltre, possono scegliere noi, tutti colori i quali sono stanchi della continuità amministrativa e desiderano puntare sull’innovazione e sperimentare un cambiamento reale nel modo di condurre la “cosa pubblica”. Rivolgiamo il nostro invito a votarci anche a coloro che, pur non condividendo necessariamente ogni singolo punto del programma, si riconoscano nei valori e nei temi che abbiamo definito fondamentali, ovvero la necessità di armonizzare la crescita economica, l’inclusione sociale e la tutela dell’ambiente. Questi, infatti, sono i capisaldi attorno ai quali si struttura il nostro programma».

TUTTE LE NOTIZIE E LE INFORMAZIONI UTILI SULLE ELEZIONI AD ORIGGIO 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore