Quantcast

Saronno partecipa al bando regionale “La Lombardia è dei giovani”

Per la provincia di Varese la regione ha stanziato 94.800,00 euro per finanziare progetti di intervento a favore dei giovani tra i 15 e i 34 anni

Generico 2018

Il Comune di Saronno parteciperà all’edizione 2020 del bando regionale “La Lombardia dei giovani“, che con oltre 1.200.000,00 euro di risorse finanzierà interventi per promuovere l’autonomia dei giovani e la loro partecipazione attiva nella vita della comunità. Per la provincia di Varese la regione ha stanziato 94.800,00 euro per finanziare progetti di intervento a favore dei giovani tra i 15 e i 34 anni.

Su invito della provincia Saronno ha costituito un partenariato con altri comuni del Varesotto e anche realtà del terzo settore, per la ricezione del cofinanziamento a fondo perduto su interventi diretti a progettare percorsi di cittadinanza attiva. La quota destinata al Comune di Saronno consentirà di implementare le attività di orientamento rivolte alle Scuole secondarie di 2° grado, di partecipare ad azioni trasversali che coinvolgeranno tutti i partner, di condividere e mettere in atto sul nostro territorio le buone pratiche in materia di orientamento già sperimentate.

«Ennesima riprova delle buone programmazioni di Regione Lombardia alle quali l’Amministrazione comunale provvede a presentare i propri progetti – commenta il sindaco Alessandro Fagioli -. Difatti, una nostra costante, è proprio la partecipazione ai bandi utili allo sviluppo di nuove idee e al miglioramento dei servizi ai cittadini».

Positivo anche il commento dell’assessore alla Cultura, Istruzione, Pari Opportunità e Politiche Giovani Mariassunta Miglino: «Lo scopo è quello di creare un modello di governance integrata, una rete forte e concreta che possa accedere ad altre progettazioni, anche allargando la Rete InformaGiovani provinciale. Il bando permetterà inoltre di accrescere la cultura delle soft skills tra i giovani e delle opportunità concrete con cui si sviluppano, offrendo un supporto per rielaborarle ed esporle durante il colloquio di lavoro. Fra i progetti c’è l’avviamento di una web radio sulle tematiche dell’orientamento al lavoro, l’attivazione di una posizione di Leva civica regionale autofinanziata che affiancherà le operatrici del servizio InformaGiovani e delle cooperative coinvolte, oltre ad attività di orientamento e incontri con professionisti rivolti alle classi 4° e 5° delle scuole secondarie di 2° grado».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore