Seveso chiude dopo 67 anni: addio a uno dei negozi storici di Saronno

Pierluigi e Angelo Franco Seveso raccontano la storia del negozio Seveso abbigliamento, aperto nel lontano 1953 dal padre Umberto e dallo zio Antonio. Un’attività portata avanti con dedizione e passione e che ha contribuito a rafforzare la tradizione commerciale della città

Seveso chiude dopo 67 anni: addio a uno dei negozi storici della città

Chiude dopo 67 anni di attività lo storico negozio Seveso, che a Saronno vende abbigliamento dal lontano 1953.

Galleria fotografica

Seveso chiude dopo 67 anni: addio a uno dei negozi storici della città 3 di 3

A raccontarci la storia dell’attività commerciale sono i figli di Umberto Seveso, Pier Luigi e il fratello Angelo Franco. Il negozio venne aperto in Corso Italia al civico 90 nel 1953 dal padre Umberto e dallo zio Antonio, originari di Lentate sul Seveso. I due fratelli commerciavano inizialmente tessuti: ebbero l’intuizione di portare nella Saronno degli anni ’50 stoffe di grande qualità provenienti anche dall’estero. La vendita venne poi estesa alla biancheria da letto, ai tendaggi, ai tappeti e a tutto ciò che rientrava nell’ampia categoria dei corredi di nozze. In seguito, dal 1957 iniziarono gli anni dell’abbigliamento industriale e si affiancò la vendita dell’abito confezionato, in alternativa a quello cucito dalle sartorie. Nel 1968 il padre Umberto venne improvvisamente a mancare; il negozio intanto si era trasferito nell’attuale sede, al civico 76 di Corso Italia. Subentrò quindi Angelo Franco, il maggiore dei tre figli e qualche anno più tardi, anche Pier Luigi e Maurizio, che nel 1986 ampliò l’attività con il negozio in corso Matteotti a Varese.

L’azienda negli anni si è sviluppata ed è diventata un punto di riferimento per la comunità saronnese. «Abbiamo fatto il nostro percorso dal 1968 seguendo la filosofia di nostro padre, cioè quella di fare una proposta innovativa e di qualità – spiega Pier Luigi Seveso – Abbiamo nei decenni proposto e radicato nel territorio di Saronno i prodotti di marchi internazionali come Burberry, Church, Missoni, Etro, Ballantyne, Trussardi, Les Copains, Versace. Erano prodotti che si potevano ammirare nelle vetrine ed acquistare esclusivamente a Milano o nelle grandi città».

L’emergenza Covid non ha influito sulla decisione di chiudere l’attività, che era maturata in precedenza e che si è potuta concretizzare solo ora: «Il tempo è trascorso ed è arrivato il momento anche per noi di terminare la nostra attività» dichiarano i fratelli Seveso.

È innegabile che nell’ultimo decennio questo modello d’attività abbia comunque risentito della diminuzione del potere d’acquisto della fascia medio-alta della popolazione, della concorrenza dei centri commerciali, degli outlet e dell’affermarsi della vendita online. «Una volta i prodotti venivano distribuiti esclusivamente dal negozio storico del centro cittadino  – sottolinea Pier Luigi Seveso – Nel tempo si sono aggiunti altri canali distributivi e il nostro modello tradizionale di commercio ne ha risentito».

Chiude quindi un altro negozio storico di Saronno, ma non manca la soddisfazione di aver creato negli anni un rapporto e un legame con la cittadinanza: «Stiamo ricevendo molte manifestazioni di simpatia ed anche di affetto dai clienti affezionati che sono per noi un’ implicita attestazione di stima e di apprezzamento per la qualità del lavoro svolto e del servizio offerto in oltre sei decenni di attività – concludono Pierluigi e Angelo Franco Seveso – Abbiamo creato e condotto, nel cuore di Saronno, un grande negozio, scintillante di luci e di colori, che è stato un centro di riferimento per molte generazioni di clienti. La soddisfazione si aggiunge anche a quella di aver contribuito al prestigio del centro storico e a rafforzare la tradizione commerciale della nostra città».

di rizzo_v@yahoo.it
Pubblicato il 21 Luglio 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Seveso chiude dopo 67 anni: addio a uno dei negozi storici della città 3 di 3

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore