Quantcast

Ufficiale, la lista del Movimento 5 Stelle è certificata e partecipa alle elezioni

Via libera dal Movimento a Luca Longinotti e alla lista che lo affianca: "Contenti, ora possiamo cominciare la campagna elettorale. Siamo disponibili a dialogare sui temi con le altre forze politiche"

Elezioni Saronno 2020

Finalmente è ufficiale. Dopo un po’ di attesa, la lista di Saronno del Movimento 5 Stelle è certificata e si può quindi dire che Luca Longinotti è il quinto candidato sindaco a Saronno in vista delle elezioni comunali del 20 e 21 settembre.

Geometra, 43 anni, da dieci dipendente nell’area finanziaria in un ente pubblico milanese, sposato con un’infermiera e papà di un bimbo di 9 anni, Longinotti è stato il coordinatore della lista che si presenterà alle urne: «Mi sono avvicinato al M5S 12 anni, ho partecipato al Vaffa Day a Saronno, ma eravamo troppo pochi e non siamo riusciti a formare un gruppo per le elezioni. Mi sono candidato con Tu@Saronno nel 2005, poi dopo l’accordo col Pd la mia esperienza con loro è terminata. Mi sono riavvicinato al Movimento 5 Stelle 4 anni fa e ho seguito i lavori in consiglio comunale insieme a Davide Vanzulli – racconta Longinotti -. Sono contento di questa ufficialità, la stavamo aspettando. Ora possiamo cominciare ad incontrare i cittadini e cominciare la campagna elettorale. Noi siamo disponibili al dialogo con altre forze politiche, nel rispetto delle regole e parlando di temi: dialogo sì, coalizioni no».

La lista sarà formata da 16 elementi: «Dico purtroppo solo 16, ma siamo soddisfatti delle persone che abbiamo messo insieme – spiega il candidato sindaco pentastellato -. Ci saranno tanti giovani e siamo vicini al 50% di donne. Il nostro obiettivo è far rinascere Saronno, trasformarla in una città aperta. Vogliamo dare spazio alle associazioni, far sì che il Comune sia punto di appoggio per chi vuole fare, non un ostacolo. Un po’ di aria nuova serve. Penso al commercio, dove vorrei un assessore giovane».

Tra i temi su cui punta c’è «il recupero delle aree dismesse, per cui abbiamo diverse idee nel programma, che è finito e che non vediamo l’ora di presentare – dice ancora Longinotti -. Voremmo rivitalizzare il mercato e piazza rossa, rivedendo anche il sistema dei posteggi in modo da privilegiare i pendolari, che sono una risorsa per la città. E poi l’ambiente e le piste ciclabili, opere mai concluse se non mai nemmeno iniziate. Il rispetto della salute e dell’ambiente sono nostri punti forti. Via Roma è da riqualificare, con grande attenzione per il verde e la consapevolezza che l’inquinamento è un nemico da combattere. L’ospedale è un altro tema a noi caro, a me soprattutto avendo la moglie che lavora nella sanità: il Comune può fare poco di concreto, ma può far sentire la propria voce ai tavoli che contano davvero, in Regione e a Roma. Con i nostri rappresentanti lo possiamo e dobbiamo fare».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore