I guanti offrono una falsa idea di sicurezza: il MOOS scrive agli Ordini dei medici

Il gruppo, nato durante l'emergenza Covid con Medici, Odontoiatri, Operatori Sanitari, chiede di dissuadere i pazienti dall'uso dei guanti negli ambulatori e studi medici e odontoiatrici

guanti

I guanti non proteggono dal virus e vanno indossati solo dove davvero servono. Il gruppo MOOS  “Medici, Odontoiatri, Operatori Sanitari e Socio Sanitari (M.O.O.S.S) uniti contro il Covid-19” scrive agli ordini dei medici lombardi per invitarli a dissuadere i pazienti dall’uso dei guanti monouso.

Incassato l’appoggio di Regione Lombardia che ha cancellato la norma che prevedeva l’obbligo di indossare i guanti sui mezzi pubblici, i due fondatori del gruppo Alberto Ciatti e Tommaso Mascarello tornano sul tema dell’uso improprio: «Chiedere ai pazienti di indossare i guanti nelle sale d’attesa degli ambulatori medici e odontoiatrici, come sembrerebbe accadere in molti studi, non serve, anzi a volte può essere controproducente. A dirlo non siamo solo noi: anche l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) recentemente ha scritto a chiare lettere che i guanti di gomma non sono dispositivi di protezione destinati ai cittadini, ma solo agli operatori sanitari impegnati sul campo».

«Per proteggersi dal virus – ricordano i due dottori –  è necessario rispettare il distanziamento sociale, indossare la mascherina e non toccare il viso (in particolare occhi, naso e bocca, le tre vie di trasmissione del virus)  né con le mani, né tanto meno con i guanti se prima non è stata esiguità un’accurata igiene con acqua e sapone o con gel igienizzanti.
I guanti offrono una falsa idea di sicurezza, pertanto se non usati correttamente rischiano di trasformarsi in un veicolo del virus anziché in una barriera. Per non parlare dell’impatto che avrebbero sull’ambiente e sulla sanità pubblica e privata: un uso massivo ed improprio dei guanti di lattice o di gomma tra la popolazione potrebbe infatti causare, come è già successo, problemi di approvvigionamento di questi dispositivi di protezione individuale da parte degli operatori sanitari: gli unici che ne hanno davvero bisogno per espletare in sicurezza la propria missione».

«Pertanto, confidiamo che la Federazione degli Ordini dei medici-chirurghi e degli odontoiatri, aderisca a questo invito, dando una comunicazione chiara a tutti gli iscritti, affinché i pazienti vengano dissuasi dall’indossare i guanti nelle sale d’attesa degli ambulatori medici e odontoiatrici di ogni genere e grado. Una richiesta, la nostra, che ha una giustificazione scientifica, ma anche pedagogica: medici e odontoiatri, infatti, con l’aiuto di tutti gli altri operatori sanitari, devono essere i primi a educare e a dare il “buon esempio” rispetto alle pratiche di igiene pubblica più corrette da adottare ora, al tempo del Covid-19, ma anche nel prossimo futuro. Ed è quel che auspichiamo di poter fare tutti insieme».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore