Garbagnate: nasce l’Organismo di Composizione della Crisi in aiuto a cittadini e imprenditori

Nuovo servizio in Comune: l'Organismo di Composizione della Crisi aiuterà cittadini ed imprenditori a saldare i propri debiti, e a ritrovare serenità

Generico 2018

Organismo di Composizione della Crisi (O.C.C.): questo il nome del nuovo servizio in arrivo presso il Comune di Garbagnate Milanese.

Il consiglio comunale, nella seduta del 27 Maggio, ha infatti approvato il regolamento che consentirà al Comune di chiedere al Ministero della Giustizia l’apertura dell’ufficio. L’ O.C.C. nasce dall’applicazione della Legge 3 del 2012; significativamente nota anche come “Legge Salva Suicidi”, la norma nasce per contrastare il pericolo di usura, di estorsione e di sovraindebitamento, e le conseguenti condizioni di illegittimità e disperazione.

«La funzione dell’O.C.C. è aiutare cittadini e imprenditori in grave situazione di indebitamento, non fallibili, a saldare il proprio debito, interamente o in parte – spiega l’assessore a Lavoro e Pari Opportunità, Simona Travagliati -. Naturalmente, ciò avviene attraverso un piano di riparto da sottoporre preventivamente all’assenso di un giudice. Lo strumento ha un duplice effetto positivo: consente al debitore di riacquisire dignità nei confronti di se stesso e degli altri, la possibilità di condurre una vita lavorativa e privata nuovamente serena; ma permette anche al creditore di recuperare le cifre che gli spettano. Si tratta, in definitiva, di uno strumento concreto, efficace, dal prezioso impatto sociale ed economico».

«L’apertura dell’O.C.C. presso il Comune di Garbagnate è motivo di orgoglio, un vanto – rimarca il sindaco Daniele Davide Barletta -: in tutta la Lombardia, infatti, le strutture comunali analoghe sono solo altre due, nessuna delle quali nell’hinterland, il che ci pone come dei pionieri. Più di tutto, però, c’è la soddisfazione di aver introdotto una misura che fornisce un aiuto concreto a cittadini ed imprenditori di Garbagnate, ed evidentemente anche dei comuni limitrofi.
L’emergenza sanitaria ha dato luogo ad una seconda crisi, non meno temibile: quella economica. Siamo al fianco delle famiglie, in questo periodo di tensione, di incertezze e di preoccupazioni: questa, per noi, è la funzione che un Comune più deve svolgere».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore