Quantcast

Cerbiatto intrappolato nel torrente Lura: salvato dai pompieri di Garbagnate Milanese

Il piccolo cervo era bloccato tra le sponde del torrente Lura all'altezza di via Bersaglio a Rho. I Vigili del fuoco hanno tentato la cattura, spingendo l'animale in un punto da cui il cerbiatto è poi riuscito a risalire gli argini fuggendo nei boschi

Generico 2018

Un piccolo cervo in difficoltà salvato grazie all’intervento dei Vigili del fuoco del distaccamento di Garbagnate Milanese, che si confermano così attivi non solo nel supporto all’emergenza Covid, ma anche anche nella tutela degli animali che hanno ripreso i loro spazi nelle città.

A Rho i pompieri hanno salvato un cerbiatto intrappolatosi nel torrente Lura: è successo nella mattinata di domenica 26 aprile. Un’operazione rocambolesca che ha coinvolto anche i cittadini affacciatisi dalla finestre, e che si è fortunatamente conclusa con un lieto fine.

La segnalazione è stata data dal personale di Enpa Milano (Ente Nazionale Protezione Animali) che era già presente sul posto, avvisati a loro volta da alcuni residenti. Il piccolo cervo era caduto in un fossato all’altezza di via Bersaglio, sotto la statale del Sempione, ed era parso da subito in difficoltà a causa delle sponde alte che impedivano la risalita dal torrente. I Vigili del fuoco hanno lanciato una rete nel tentativo di contenere l’animale e in attesa dell’arrivo del veterinario della provincia, che avrebbe proceduto all’anestesia al fine di recuperarlo e di rilasciarlo tra i boschi, in un luogo adatto e sicuro.

Il pericolo era infatti legato alla possibilità che il cerbiatto finisse sul Sempione, un’arteria che è tornata a trafficarsi e dove un animale simile, sulla strada, rappresenta un pericolo per automobilisti e motociclisti in transito.

Il cerbiatto ha però deciso di reagire, probabilmente impaurito dai tentativi di salvataggio dei volontari e sentendosi “in trappola”: caricando a testa bassa ha sfondato la rete, fuggendo quindi in un sottopassaggio. L’animale è stato di fatto così spinto in un punto in cui le sponde del torrente erano più basse, riuscendo fortunatamente a risalire gli argini e scappando nei prati limitrofi. I pompieri hanno tentato una prima rincorsa lunga circa un chilometro, ma andata a vuoto, fino a desistere: il veterinario ha infatti consigliato di non rincorrere il cerbiatto, che una volta tranquillizzatosi si sarebbe poi spostato verso i boschi delle Groane.

Il tutto per buona pace dei cittadini, spettatori che hanno assistito anche con una buona dose di divertimento alla vicenda. L’animale non è stato catturato, ma è stato comunque salvato dal pericolo.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore