Quantcast

Fiab Saronno: “Sindaco, incentiviamo la popolazione all’uso della bicicletta”

Fiab Ciclocittà Saronno scrive una lettera all'amministrazione comunale per chiedere di incentivare i cittadini all'utilizzo della bicicletta come mezzo di spostamento attraverso proposte quali la realizzazione di percorsi ciclabili sicuri e l'introduzione di incentivi economici per l'acquisto di biciclette

Generico 2018

Fiab Ciclocittà Saronno, associazione che riunisce saronnesi che utilizzano la bicicletta come mezzo di spostamento, scrive una lettera all’amministrazione comunale per chiedere di incentivare i cittadini all’utilizzo della bicicletta, attraverso proposte quali la realizzazione di percorsi ciclabili sicuri e l’introduzione di incentivi economici per l’acquisto di biciclette.

Di seguito il testo della lettera.

Egregi Signori,

La mobilità “Post Covid” porta con sé criticità per la mobilità da valutare con attenzione e in anticipo.

Potrebbe esserci un maggiore ricorso all’auto privata (e un ancor minor uso dei mezzi pubblici) in quanto l’auto potrebbe essere considerata  –  per comprensibile istinto, più che per un effettivo ragionamento  –  il mezzo di trasporto più “sicuro” dal punto di vista sanitario, per spostarsi.

Questo determinerà un aggravarsi dei problemi già presenti prima della pandemia: malattie per il maggior inquinamento atmosferico ed acustico, congestione di strade e parcheggi, stress per le persone, notevoli perdite di tempo, feriti, morti e danni economici per gli incidenti stradali, e in generale una città meno sicura, meno bella e vivibile.

La nostra associazione promuove da sempre l’uso della bicicletta per garantire una migliore qualità della vita di tutti, ciclisti e non.

Ora più di prima, quindi, si manifesta l’esigenza di favorire la mobilità sostenibile attiva, soprattutto per gli spostamenti urbani, per avere ricadute positive sulla salute, sulla qualità della vita, e sulle condizioni economiche e sociali dei cittadini. Si tratta, anche a Saronno, di fare uno sforzo per fare in modo di aumentare la minoranza che usa la bici e altre forme di mobilità sostenibile attiva.

Una proposta generale (allegata) – con proposte tecniche specifiche – è quella di Bikenomist.

Una lettera al Governo (allegata), per evidenziare gli aspetti di emergenza e chiedere misure adeguate, è stata inviata da un gruppo di associazioni ambientaliste, di cui FIAB fa parte.

Pensiamo che a Saronno serva, soprattutto ora, uno sforzo operativo efficace per favorire l’uso della bicicletta e la pedonalità, anche alla luce dell’ottica emergenziale che stiamo vivendo.

Fiab Saronno riporta all’attenzione dell’Amministrazione Comunale proposte per la città già presentate pubblicamente negli ultimi anni:

  • VARESINA CICLABILE per collegare meglio il Quartiere Matteotti con il centro città, nonché creare un percorso ciclabile sicuro ed efficiente verso Gerenzano e Caronno Pertusella che possa incentivare, oltre alla mobilità per diporto, il bike to school e il bike to work.
  • Sviluppo del  BIKE TO SCHOOL E BIKE TO WORK, con politiche tipiche del Mobility Management;
  • SENSO-UNICO-ECCETTO-BICI, da adottare, quale innovativa variante della circolazione, in tutte le strade che per caratteristiche lo consentano (dimensione minima e assenza di angoli ciechi);
  • INTERVENTI DI MODERAZIONE DEL TRAFFICO, che rendano più sicura la circolazione per pedoni, ciclisti, motociclisti ed automobilisti.

Serve inoltre:

  • aumentare i parcheggi bici – sicuri e di qualità – in prossimità di scuole, ospedali, oratori e altri attrattori di traffico, pubblici e privati;
  • istituire zone con limite di velocità a 30 kmh in prossimità di scuole, chiese, oratori, piscina, palestre, strutture pubbliche, e in generale ovunque ci siano edifici ed impianti molto utilizzati dai cittadini;
  • introdurre politiche di incentivazione economica all’acquisto e all’uso della bici muscolare e a pedalata assistita;
  • incentivare la micrologistica sostenibile perchè anche il piccolo commercio sviluppi la consegna a domicilio con cargo-bike come leva strategica, sinora effettuata con mezzi a motore a combustione interna solo dalla grande distribuzione e dal commercio on-line;
  • realizzare, anche con segnaletica provvisoria, corsie e corridoi di circolazione preferenziale o riservata per le biciclette (ad esempio nella parte centrale di Corso Italia);
  • incentivare l’uso della bicicletta da parte dei vigili urbani, quale mezzo ecologico, economico ed efficiente per pattugliare adeguatamente e in maniera diversa dal solito il territorio di Saronno.

Riteniamo infine che sarebbe strategica l’adesione di Saronno al gruppo dei  COMUNI CICLABILI   promosso da FIAB per veicolare formazione tecnica e buone pratiche di governo della mobilità urbana.

Restiamo come sempre disponibili al dialogo con gli amministratori e i funzionari interessati a queste tematiche.

Con i migliori saluti

FIAB Saronno Ciclocittà

Franco Casali

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore