Buoni spesa, a Saronno già un centinaio di richieste

Lo ha comunicato il primo cittadino Alessandro Fagioli illustrando le modalità con le quali saranno formati i pacchi

spesa coronavirus

Buoni spesa, a Saronno le richieste sono state già un centinaio.

“Per quanto riguarda le famiglie o i singoli in difficoltà economica emersa durante l’emergenza, abbiamo condiviso durante una riunione tenutasi settimana scorsa insieme all’assessore Tosi e con la gentile partecipazione di croce rossa, banco alimentare ed emporio della solidarietà, di realizzare una pacco alimentare che contenga beni alimentari e per l’igiene della durata di almeno 15 giorni, ed un pacco specifico dedicato ai più piccini contenente ad esempio gli omogeneizzati – spiega il sindaco di Saronno Alessandro Fagioli -. Queste organizzazioni stanno definendo i beni e quantificando il costo medio dei pacchi. Nel frattempo sono state registrate dai servizi sociali un centinaio di adesioni a questo strumento”.

”A questi enti saranno destinate una parte delle risorse economiche in questa prima fase – spiega ancora Fagioli -. Monitorando questa azione valuteremo quali altre tipologie e metodi di intervento intraprendere. Segnalo che le normali attività a supporto dei soggetti più deboli continuano ad essere erogate”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore