Caronno, Fondazione Artos sostiene i ragazzi con difficoltà certificate nella didattica online

Il servizio è già attivo e a disposizione di 21 tra bambini e ragazzi. Il comunicato dell'assessore alla Cultura Morena Barletta

Generico 2018

L’emergenza Covid-19 ha costretto le scuole ad adottare il metodo della didattica a distanza, utilizzando strumenti da remoto, per continuare a garantire il diritto allo studio degli alunni.

Gli educatori di Artos, Fondazione attiva nell’ambito sociale a Caronno Pertusella, in accordo con l’amministrazione hanno deciso di mettersi a disposizione dei bambini e ragazzi con difficoltà certificate, per offrire sostegno nel percorso della didattica a distanza, via Skype. Sono già 21 gli studenti inseriti nel percorso e seguiti da circa 10 educatori.

Il comunicato dell’assessore alla Cultura, Morena Barletta:

«Da questa settimana abbiamo attivato con gli educatori di Artos il sostegno alla didattica da remoto (con Skype) ai bambini/ragazzi con difficoltà certificate. I ragazzi che al momento saranno seguiti sono 21 e gli educatori coinvolti una decina. In questa situazione difficile in cui la scuola procede con una didattica a distanza dove l’interazione alunno/insegnante è molto limitata ci è sembrato importante non lasciare soli questi ragazzi e le loro famiglie.
È necessario il massimo impegno per non perdere i nostri ragazzi. Tutti insieme possiamo farcela».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore