Ordinanza sul mercato, arrivano le “scuse” del sindaco di Saronno

Fagioli: "Ammetto che c’è stato un errore comunicativo e se questo ha scaturito allarme me ne scuso, non era la mia intenzione. Restano valide le motivazioni dell'ordinanza"

Alessandro Fagioli

Dopo le critiche delle opposizioni e la difesa degli alleati, arriva un passo indietro da parte del primo cittadino di Saronno Alessandro Fagioli, per lo meno per quanto riguarda la comunicazione e la terminologia adoperata nell’ordinanza che ha bloccato lo svolgimento dle mercato del mercoledì.

Ordinanza “allarmista”, coro di critiche contro il sindaco Fagioli ma Bianchi lo difende

«Innanzitutto sottolineo che l’ordinanza in oggetto ha avuto valore solamente per questa mattina ed e quindi già scaduta – commenta Fagioli -. Ammetto che c’è stato un errore comunicativo e se questo ha scaturito allarme me ne scuso, non era la mia intenzione. Detto questo rimane validissima la motivazione principale per la quale ho deciso di introdurre questo e altri provvedimenti e cioè quello della tutela della salute pubblica dei miei cittadini. È fondamentale continuare ad avere massima fiducia nella scienza e nella medicina così come nelle istituzioni e seguire tutte le indicazioni di prevenzione. In questo modo certamente riusciremo a superare anche questo difficile momento e torneremo a fare una vita normale».

IL TESTO DELL’ORDINANZA INCRIMINATA

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore