Quantcast

Il sindaco di Cislago: «No a post allarmanti sui social. Denunceremo chi diffonde notizie false»

Il sindaco di Cislago Gian Luigi Cartabia invita la cittadinanza alla calma e alla fiducia nel lavoro che le autorità competenti stanno svolgendo e chiede alla cittadinanza di astenersi da commenti o post sui social che possano creare panico e confusione

Primo consiglio comunale a Cislago

Come altri suoi colleghi, anche il primo cittadino di Cislago Gian Luigi Cartabia annuncia provvedimenti contro chi diffonde false notizie o allarmi ingiustificati sui social network

Gentilissimi cittadini/e,

Regione Lombardia ha pubblicato di concerto con il Ministero della Salute, un’ordinanza con la quale si dispongono una serie di provvedimenti per l’intero territorio della Lombardia. Tutti gli organi competenti, da Regione Lombardia alle ATS locali sono impegnati h24 per adottare tutte le misure necessarie al contenimento del virus. È inoltre attivo per quanto concerne l’emergenza Coronavirus il numero verde della Protezione Civile 800-89.45.45.

Attenetevi a tutte le indicazione del Ministero della Salute e di Regione Lombardia senza cadere in facili ed inutili allarmismi.

Invito a non divulgare, in special modo sui social network, commenti o post che possano creare confusione ed immotivato panico.

Sarà mia cura segnalare e denunciare per procurato allarme alla magistratura competente chiunque diffonda notizie false e prive di evidenza scientifica.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 Febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore