La Banda giovanile regionale fa tappa a Varese

Un concerto di qualità nella basilica di San Vittore: dal Giudizio Universale di de Nardis alla Divina Commedia di Robert W. Smith, e molto altro

banda giovanile regionale

Un concerto della Banda Giovanile Regionale. Alla basilica di San Vittore di Varese, domenica 23 febbraio alle ore 21, un concerto di prestigio aperto a tutti i varesini e non.

I cento componenti della Giovanile ANBIMA Lombardia presentano un programma di assoluto prestigio. All’interno della Basilica di San Vittore risuoneranno le note di Camillo de Nardis e del suo Giudizio Universale. A seguire sarà eseguita per intero la Divina Commedia di Robert W. Smith, un affresco in quattro quadri ispirato al capolavoro dantesco. Infine sarà eseguito Lux Aurumque, un gioiello compositovo di Eric Whitacre.

La Banda Giovanile Rappresentativa ANBIMA Lombardia è una formazione bandistica composta da ragazzi tra gli 11 e i 18anni provenienti da tutta la Regione Lombardia. Questa formazione nasce nel 2015 in seno ad ANBIMA Lombardia, e da subito si contraddistingue per la programmazione musicale accattivante e per l’incredibile energia scatenata dai giovani musicisti. La natura della Giovanile Lombardia è inclusiva: i ragazzi sono coinvolti nella programmazione musicale indipendentemente dal loro livello tecnico e seguono un percorso di formazione sotto la guida di docenti provenienti da Italia e Svizzera.  

banda giovanile regionale

Fin dalla fondazione, la Giovanile Lombardia è diretta da Marcello Corti.  La “Divina Commedia” è una composizione di Robert W. Smith divisa in quattro movimenti composti in anni differenti: i primi tre movimenti, Inferno, Purgatorio ed Ascensione, sono concepiti per essere eseguiti da una bande universitarie.

La strumentazione, già di per sé piena di colori, è arricchita da effetti sonori che donano all’intera opera una più grande potenza comunicativa. Nonostante la musica scritta da Smith abbia un intento prevalentemente descrittivo, l’opera dimostra nella sua interezza un livello di lettura più profondo: il finale è infatti un lungo viaggio che comincia da un lontano scintillìo e si conclude con la trionfale immagine dell’”Amor che move il sole e l’altre stelle”.   Il Giudizio Universale di Camillo De Nardis è un poema sinfonico composto nel 1879. L’affresco che il compositore napoletano ha creato è imponente, maestoso, complesso e pervaso da magnificente grandezza. L’ispirazione è chiara: pochi anni prima, nel 1874, Verdi ha terminato di scrivere il suo Requiem. De Nardis è colpito dalla bellezza di uno deilavori più profondi del genio di Roncole di Busseto a tal punto da richiamare i celebri squilli verdiane nella sezione centrale del suo poema sinfonico. Tra serrati contrappunti e momenti di etereo lirismo, Il Giudizio Universale è una descrizione assolutamente priva di retorica della fine dei tempi. Lux Aurumque è una composizione per coro misto di Eric Whitacre caratterizzata da una sonorità fragile e trasparente: ipiani sonori creati dal compositore sembrano evocare sottili fasci di luce dorata che cangianti esplodono nella gioia della Natività di Cristo. Il brano è infatti basato su una poesia in latino del primo 900 il cui testo recita: Lux Calida Gravis que Pura velut aurum Canunt et canunt Modo natum. Il concerto si conclude con una preghiera che la banda suona quasi sottovoce: l’invocazione sembra diffrarsi a partire da macchie sonore che balenano dal silenzio. Così come è nata, l’invocazione si conclude dopo un crescendo pieno di speranza.   Marcello Corti è direttore, divulgatore, scrittore e creativo: ha studiato Direzione all’Accademia Chigiana di Siena con Gianluigi Gelmetti e Michel Tabachnik, al Conservatorio della Svizzera Italiana con Franco Cesarini. Ha studiato con Vittorio Parisi, Lior Shambadal e Maurizio Dones. E’ direttore di Esecutori di Metallo su Carta Ensemble, dirige l’Orchestra Agnesidi Merate con cui ha realizzato quattro edizioni di Festival Agnesi. E’ direttore artistico dello Stage Estivo ANBIMA Lombardia e ha reso possibile la Banda Giovanile Rappresentativa ANBIMA Lombardia. Dirige l’Orchestra del Liceo Coreutico Musicale Giuditta Pasta di Como. Marcello Corti incide per la casa discografica londinese 19’40”, con gli Esecutori di Metallo su Carta partecipa alle quattro edizioni di ContempoRarities, il festival di Musica Anti-classica presso ilSanteria Social Club di Milano al Miami Festival e alla 57a Biennale di Venezia: con loro ha inciso Histoire du Soldat diIgor Stravinsky, The Planets di Gustav Holst. The Teeth of the Cow di George Hamilton Green. Ha diretto Pinocchio! con musiche di Fiorenzo Carpi e la voce recitante di Francesco Bianconi (Baustelle).   Il concerto “G come…” è patrocinato dalle associazioni Ciao Lapo onlus, attiva per la tutela della gravidanza e della salute perinatale, e Il Melograno, centro informazione Maternità e Nascinta di Gallarate. Il concerto è gratuito e l’ingresso è libero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 Febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore