Sos Italia Libera, consegnate in Questura le firme contro i Telos

L’associazione di Paolo Bocedi ha consegnato venerdì 14 febbraio in piazza Libertà a Varese le oltre 250 firme dei cittadini di Saronno "stanchi delle prepotenze dei signorini TELOS"

Generico 2018

Sos Italia Libera ha consegnato le firme contro i Telos in Questura a Varese.

L’associazione di Paolo Bocedi ha consegnato venerdì 14 febbraio in piazza Libertà a Varese le oltre 250 firme dei cittadini di Saronno raccolte il giorno dell’ultimo corteo per le vie della città: «I saronnesi sono stanchi delle prepotenze dei signorini TELOS – spiega Bocedi insieme ad Annarita Lo Russo ex commerciante saronnese, sentinella dell’associazione Sos Italia Libera -. Chiediamo al signor Questore di non permettere più a questi teppisti di manifestare nella nostra città. Ricordo che nell’ultima manifestazione queste “zucche vuote “hanno distrutto bancomat, parcometri e verniciato con bombolette alcune vetrine della città. A pagare sono sempre i saronnesi. Già due anni fa presentammo una denuncia, è ora di dire basta. Se ci saranno altre manifestazioni dei Telos ci tuteleremo in ogni modo, daremo loro filo da torcere: vadano a lavorare e la smettano di mettere in difficoltà cittadini e commercinanti saronnesi».

«Far diventare Saronno una città blindata il sabato è controproducente per tutti», commenta Lo Russo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 Febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore