Quantcast

Airoldi: “Perchè Luigi Caronni non sia morto invano”

Il pensiero di Augusto Airoldi, già presidente del consiglio comunale di Saronno, in occasione della posa della pietra d'inciampo dediata a Luigi Caronni, deportato saronnese ucciso a Mauthauesen nel 1945

Generico 2018

Il pensiero di Augusto Airoldi, già presidente del consiglio comunale di Saronno, in occasione della posa della pietra d’inciampo dedicata a Luigi Caronni, deportato saronnese ucciso a Mauthauesen nel 1945

«In occasione del “Giorno della Memoria” sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere» (legge 20 luglio 2000 n. 211 istitutiva del Giorno della Memoria).

Assistiamo, nel nostro Paese e non solo, ad un intensificarsi di atti antisemiti, espressione di una cultura d’odio contrabbandata come messaggio politico. Per la prima volta, nella storia del dopoguerra, non è più sufficiente conservare la memoria di cosa fu il nazifascismo. E necessario ravvivarla.

E necessario interrogarsi sul perché della Shoah e della discriminazione dell’uomo contro altri uomini. E’ necessario farlo non solo con le parole, ma con atti concreti, visibili, che dimostrino, senza comode reticenze, da che parte si collochi ciascuno di noi. Prima che sia troppo tardi.

Il 26 Gennaio, alle 10 a Saronno è stato possibile dare questa testimonianza partecipando, in via Caronni, alla posa della Pietra d’Inciampo in ricordo di Luigi Caronni, saronnese, arrestato il 3 Marzo 1944, trasferito a Mauthausen, marchiato con il numero 61595, e lì ucciso il 23 aprile dello stesso anno.

Posata la Pietra d’Inciampo in memoria del deportato Luigi Caronni

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 Gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore