Quantcast

M5s tra scossoni nazionali ed elezioni locali all’orizzonte: “È tempo di organizzarsi”

I comuni sui quali sono puntati gli occhi degli attivisti sono soprattutto Luino, Saronno e Somma Lombardo. Il movimento si prepara ad una riorganizzazione territoriale con i "facilitatori" regionali

Niccolò Invidia

«C’era bisogno di ricompattarsi, vedersi e discutere insieme a chi come noi è impegnato sul territorio per il Movimento». Davanti ad un aperitivo, in veste informale, il Movimento 5 Stelle della provincia di Varese si è riunito per serrare le file e progettare il lavoro sul territorio. Alla chiamata hanno risposto un centinaio di persone.

La contingenza è difficile perché il Movimento 5 Stelle in provincia di Varese è stato scosso da due, pesantissime situazioni, le spiega il deputato Niccolò Invidia che, insieme al consigliere regionale Roberto Cenci, ha incontrato gli attivisti a Varese.

«Da un lato c’è la situazione nazionale che in questo anno di Governo è diventata sicuramente complessa e ha bisogno di una comunicazione più stata con gli attivisti e dall’altra c’è stata la recente tutta la questione che riguarda il rapporto tra il movimento e Gianluigi Paragone che ha diviso gli attivisti».

L’agenda politica, però, impone di guardare avanti: «detto questo – spiega Invidia – nell’incontro con gli attivisti che ho organizzato insieme a Roberto Cenci a tenere banco non sono state le polemiche ma il lavoro politico sul territorio. Un lavoro che come dico da molto tempo ha bisogno di essere strutturato e coordinato meglio per poter essere efficace».

Il Movimento, anche in provincia di Varese, avrà presto a che fare con due scadenze. Una interna, rappresentata da una riorganizzazione territoriale del partito, e una che riguarda tutta la politica e sono le elezioni amministrative di questa primavera.

«Siamo all’indomani di un cambiamento nella filiera organizzativa del movimento – spiega Invidia -. Presto verranno designati dei facilitatori regionali, che in Lombardia saranno nove, che avranno il compito di coordinare i rapporti interni, con gli attivisti, ed esterni con gli stakeholder. Lo ritengo un fatto positivo ed è tanto tempo che ritengo indispensabile fare uno sforzo logistico per organizzare il lavoro politico sul territorio. La liquidità che contraddistingue il movimento a volte impedisce di organizzare azioni a livello territoriale. Io e Roberto Cenci rimarremo comunque i punti di riferimento a livello provinciale».

Dal punto di vista elettorale i comuni sui quali sono puntati gli occhi degli attivisti sono soprattutto Luino, Saronno e Somma Lombardo: «In questi comuni ci sono dei gruppi di lavoro impegnati anche in vista delle elezioni – spiega Invidia -. Saranno gli attivisti sul territorio a scegliere cosa fare, in questa fase è aperta un riflessioni a 360 gradi: si lavora su liste, programmi e stiamo anche parlando con le forze civiche impegnate nei comuni. Come dico sempre ci sono tante brave persone disposte ad impegnarsi, è importante interloquire con tutti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 Gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore